Sistema Informativo Territoriale - Comune di Firenze

Percorso: Home > Amministrazione > SIT > Presentazione > L'architettura
L'architettura

Architettura

Si prevede un sistema articolato per tipologia di utenti, con alcuni che potranno effettuare operazioni di aggiornamento (sia geografico che alfanumerico) degli archivi, mentre altri utenti effettueranno consultazione ed analisi dei dati integrando i diversi archivi disponibili.
Sono previsti inoltre utenti che effettueranno consultazioni tramite web (sia intranet che internet) ed utenti che utilizzeranno dispositivi mobili per funzioni particolari di localizzazione e consultazione di dati geografici.
Un ruolo particolare sarà svolto dall’Ufficio SIT sia come utente privilegiato per le funzioni di aggiornamento geometrico dei dati geografici presenti nel sistema, sia come struttura di assistenza e supporto, per tutte le Direzioni del Comune, per lo svolgimento di particolari funzioni che richiedano strumenti hardware e/o software particolarmente costosi e/o di difficile utilizzo.
Nella sezione specifica saranno descritti in dettaglio le caratteristiche dell’architettura hardware, software, delle Banche Dati e degli utenti.

Architettura hardware

Architettura hardware

L’architettura hardware si basa su una struttura Server, per l’ambiente “di produzione”, all’interno del Polo Informatico Comunale (PIC), costituita da un cluster di 2 Application Server e 2 DB Server, con una Storage area network (SAN) di adeguata capacità per l’archiviazione delle Banche Dati “pubbliche”.
La struttura server sarà completata da un proxy per la pubblicazione dei dati in ambiente internet.
Accanto a tale struttura sarà presente un sistema server, per l’ambiente “di test”, presso l’Ufficio SIT, costituito da un Application Servere ed un DB Server con una SAN per l’archiviazione delle Banche Dati “in lavorazione”, oltre ad una copia delle Banche Dati “pubbliche”.
Il collegamento di rete tra PIC e Ufficio SIT , pari ad un 1Gbps, costituirà l’unico canale di aggiornamento dei dati geografici dalle Banche Dati “in lavorazione” a quelle “pubbliche”, garantendo adeguata efficienza.
Presso le Direzioni operative saranno presenti stazioni di editing, opportunamente configurate e con adeguate periferiche di visualizzazione e stampa, che potranno effettuare operazioni di aggiornamento sui dati “in lavorazione” presso l’Ufficio SIT.
Saranno inoltre presenti stazioni di lavoro di consultazione e/o analisi dei dati geografici, opportunamente configurate e con adeguate periferiche di visualizzazione e stampa.
Specifici strumenti hardware garantiranno la consultazione e l’aggiornamento dei dati geografici mediante l’utilizzo di sistemi GPS integrati con la telefonia mobile.

Architettura software

Architettura software

L’architettura software si basa su una rilevante serie di prodotti server, da collocare nei sistemi del PIC e dell’Ufficio SIT.
Si prevede l’attivazione di sistemi di DBMS geografico (Oracle Spatial) su cui andranno ad operare Server di aggiornamento e condivisione di dati geografici, motori di ricerca topologici e ambienti di sviluppo per la realizzazione e l’utilizzo da parte dei client, di funzioni di editing e di consultazione dati.
Gli strumenti server saranno integrati all’interno di un ambiente framework che garantirà interfaccia unitaria per tutti gli utenti e funzionalità standard di consultazione dei dati.
Si prevede l’attivazione di tutti gli ambienti più diffusi a livello internazionale, in modo da consentire la più ampia autonomia nella configurazione degli ambienti di lavoro presso i client distribuiti nei diversi uffici dell’Ente.
Si prevede, infine, la dotazione di tutti gli strumenti software (a livello server e client) che consentano la totale autonomia dell’Ente sia nella realizzazione che nella gestione degli ambienti di lavoro, in tutte le loro articolazioni funzionali (dalla distribuzione in rete geografica, all’integrazione delle Banche Dati, allo sviluppo di funzionalità GIS e multimediali, alla pubblicazione di dati e servizi in rete intranet/internet.